Quali sono le reali opportunità che una traduzione in inglese delle proprie opere può concretizzare? Un racconto, una raccolta o un romanzo, tradotti adeguatamente, consentono all'autore (e all'editore) di proporsi direttamente a case editrici anglosassoni, agli editors di antologie e progetti, ai magazines, rispondere alle numerose submissions dedicate alla narrativa di genere che all'estero, specie in alcuni mercati (USA, Inghilterra) conta su una grande audience. Per farsi un'idea basta inserire su un motore di ricerca le keys "Fiction Submission" o "Call for submission", aggiungendo il proprio genere di riferimnto (SCI-FI, Dark, Horror) e la tipologia dell'opera (short fiction, novel) per riscontrare quali e quante opportunità vengono continuamente offerte. Il potenziale di lettori del mercato anglosassone, e conseguenti risultati di vendite, diffusione e visibilità, è molto importante, se si considera il numero di lettori  di lingua inglese raggiungibili, con un rapporto di 1 a 100 rispetto al mercato di lingua Italiana, la diffusione degli ebook (oltre il 35% del mercato, contro il 4% dell'editoria digitale Italiana) Inoltre, pubblicare in lingua inglese consente di poter partecipare a premi prestigiosi come il Bram Stoker Award, il British Fantasy Awards e tanti altri premi prestigiosi (alcuni aperti a opere self-published). Investire (il giusto) in una traduzione in inglese delle proprie opere, affidandosi a consulenti specializzati, che conoscono il mercato estero ("questo sconosciuto") e che offrono anche consulenza mirata, offre reali opportunità.

 

Il tuo libro sul mercato internazionale

 Probably King di Alessandro Manzetti
2014 - All Rights Reserved.